1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Quote latte, sul Bollettino Ufficiale della Regione Molise l'Avviso pubblico per l'attribuzione ai produttori molisani

Scadenza domande entro trenta giorni da quello successivo alla pubblicazione sul BURM dell'Avviso pubblico
Scadenza domande entro trenta giorni da quello successivo alla pubblicazione sul BURM dell'Avviso pubblico

Sarà pubblicato sul prossimo Bollettino Ufficiale della Regione Molise, l'Avviso pubblico inerente la presentazione di istanze per l'assegnazione di quantitativi di riferimento individuali aggiuntivi, ai produttori latte della Regione Molise, attribuibili dal 1 aprile 2014. 
 
Un Bando, questo, che arriva dopo la Determina dirigenziale 243 del 31 ottobre 2013, circa lo scorrimento della graduatoria per l'assegnazione delle quote latte, che è stata ampiamente soddisfatta in quanto l'Assessorato alle Politiche agricole e forestali della Regione Molise si è fortemente impegnato per far sì che i circa seimila chilogrammi di quote latte venissero validati per soddisfare le domande dell'anno precedente rimaste inevase e permettere la campagna 2013/2014. 
 
Dopo questa soddisfacente prima operazione, dunque, l'Assessorato è passato all'approvazione dell'avviso pubblico. Le domande presentate dai richiedenti e ritenute idonee, saranno pertanto inserite in distinte graduatorie suddivise per zone omogenee dove sono confluiti i rispettivi quantitativi dalla riserva nazionale. 
 
Per poter accedere alle graduatorie, bisogna essere in possesso di determinati requisiti ovvero sono ammesse alle graduatorie le domande dei produttori titolari di quota che a partire dal 1995/96 non abbiano venduto o affittato per un periodo superiore a due campagne lattiere, i quantitativi di riferimento di cui erano titolari, separatamente dall'azienda; risultino titolari di un quantitativo di riferimento individuale globale non superiore al limite di 30 tonnellate annue per ogni ettaro di superficie agricola utilizzata; siano in possesso dei requisiti sanitari previsti dalla normativa vigente in materia; risultino in regola con gli obblighi del versamento del prelievo supplementare; si impegnino a non cedere i quantitativi in loro possesso per periodi consecutivi a decorrere dalla campagna 2014/2015; che per la medesima azienda non inoltrino ulteriori domande di assegnazione di quota. 
 
Possono altresì essere ammessi alle graduatorie giovani imprenditori agricoli anche non titolari di quota che  abbiano strutture per l'allevamento con il possesso dei requisitivi sanitari previsti dalla normativa vigente in materia; si impegnino a non cedere i quantitativi in loro possesso ed a non esercitare la mobilità prevista dall'articolo 20 del decreto del 31 luglio 2003, per cinque periodi consecutivi a decorrere dalla campagna 2014/2015. Ai giovani senza quota ed agli imprenditori singoli verrà assegnato un quantitativo massimo di 30.000 kg che sale a 40.000 per gli imprenditori associati. La capacità produttiva aziendale deve essere superiore al quantitativo di riferimento di cui risulta titolare l'azienda, così come registrato nel SIAN (Sistema Agricolo Nazionale) alla data del 1° aprile 2014. 

Come ricorda anche l'assessore alle Politiche agricole e forestali della Regione Molise, Vittorino Facciolla, le domande dovranno pervenire presso la Direzione Generale della Giunta - Area Seconda - Politiche Agricole, Forestali e Ittiche - Servizio Imprese, Produzioni, Mercati di via Nazario Sauro 1- 86100 Campobasso, perentoriamente entro trenta giorni da quello successivo alla pubblicazione sul BURM dell'Avviso pubblico.