1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Ecoincentivi, contributi per veicoli a gpl e metano. Frattura: rimborsi che fanno bene all'ambiente e non solo

Ecoincentivi
Ecoincentivi

Campobasso, 20 maggio 2014  -  Contributi a chi sceglie di guidare e viaggiare pulito, spendendo di meno: 500 euro a ciascuna delle prime 200 domande che saranno presentate. La Regione Molise sviluppa in concreto lo stanziamento nel bilancio previsionale per gli ecoincentivi 2014, disponendo rimborsi per autoveicoli a benzina sui quali risultano installati e collaudati, a partire dallo scorso 23 aprile, impianti a gpl o a metano come carburante alternativo.

"Rendiamo subito disponibili le somme appostate in bilancio per gli ecoincentivi - dichiara il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura -. A fronte dell'importo complessivo di 100 mila euro, abbiamo previsto un rimborso di 500 euro, in linea con i costi di istallazione e collaudo, per ciascun richiedente, al fine incentivare la conversione dei veicoli inquinanti verso carburanti, quali gpl o metano, per un minor impatto ambientale e un minor costo per litro del carburante stesso".

"Questa occasione, che coprirà le prime 200 domande di rimborso presentate alla amministrazione regionale - aggiunge il governatore Frattura -, ci consente di centrare obiettivi molteplici, a cominciare dall'impegno assunto per un rigore ambientale, oggi quanto mai prioritario, attraverso la diffusione di impianti con più basse emissioni inquinanti sui veicoli già in circolazione. Allo stesso tempo contribuiamo a un risparmio ben più ampio per i proprietari delle vetture convertite con l'utilizzo di carburante meno costoso rispetto alla benzina. Contributi, dunque, che fanno bene all'ambiente e non solo".    

Per avvalersi degli ecoincentivi regionali, i richiedenti devono essere residenti o avere sede legale in Molise. L'impianto deve essere stato installato e collaudato non prima del 23 aprile scorso.