1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

"Risorse digitali per la comunicazione didattica tra l'Europa e il Molise", seminario presso l'Unimol. Presentati i risultati del lavoro svolto nelle scuole elementari dalla Direzione Area Terza della Regione Molise

Il tavolo dei relatori
Il tavolo dei relatori

Si è tenuto questo pomeriggio,  presso la presso la Biblioteca d'Ateneo dell'Unimol  a Campobasso, il seminario "Risorse digitali per la comunicazione didattica tra l'Europa e il Molise",  cui  ha partecipato la Direzione Area Terza della Regione Molise in  ragione dei vari progetti condotti in via sperimentale sulla digital storytelling e sull'utilizzo delle piattaforme di e-learning ed e-lab, anche in partenariato con la Regione Emilia Romagna.
 
Il seminario è stato un momento di confronto con i docenti interessati e le Direzioni scolastiche al fine di verificare strumenti innovativi di comunicazione e di supporto all'istruzione che possano arricchire i percorsi didattici per le scuole della nostra regione.
 
Particolarmente apprezzato l'intervento del direttore dell'Area Terza della Regione Molise, Alberta  De Lisio, che ha relazionato sulle azioni avviate presso le scuole elementari, azioni in linea con le indicazioni di Agenda Digitale, una delle sette iniziative principali individuate nella più ampia Strategia EU2020, finalizzata ad una crescita inclusiva, intelligente e sostenibile dell'Unione.
 
In particolare, il progetto  "Tutto trema" ha visto l'ambiente di apprendimento della classe della seconda elementare coinvolta  - oggi terza elementare -  modificato tramite l'introduzione di una piattaforma e-learning,  che è servita per una serie di attività: documentare quanto realizzato in aula, comunicare con i genitori, realizzare prodotti digitali da parte degli allievi che hanno acquisito competenze trasversali alle diverse aree disciplinari. L'intenzione che ha guidato la progettazione è consistita nel voler creare un nuovo ambiente di apprendimento che affrontasse  in termini generali l'intero percorso di apprendimento, ma si soffermasse su uno specifico aspetto:  prevenire il rischio sismico.
 
Alla luce del percorso fatto, l'esigenza formativa si è articolata, da un lato,  rendendo maggiormente interattivo il rapporto tra insegnanti, genitori e bambini, consolidando e sviluppando le competenze digitali già conseguite ed incrementandone la ricaduta nelle diverse aree disciplinari; dall'altro,  producendo materiali didattici che possano essere riutilizzati  in  altri contesti per l'educazione alla prevenzione del rischio sismico.

I bambini avevano già in parte conseguito competenze digitali grazie alla partecipazione degli alunni  alle attività della piattaforma di e-learning (moodle) ed alla disponibilità ed  alle competenze delle insegnanti e della scuola. E' stato dunque assegnato uno spazio particolare alla narrazione, alla produzione di learning object, finalizzata all'educazione della prevenzione del rischio sismico, e allo sviluppo del gemellaggio a distanza con la scuola di Medolla. Le strategie organizzative e didattiche poste in essere dalla Regione in sinergia con la classe sono state quelle di favorire, anzitutto, l'interazione on line al di fuori delle ore di presenza a scuola tramite la piattaforma di e-leraning (moodle), l'interazione in aula tramite l'utilizzo di tablet,  lim, video camera, il digital storytelling, utilizzato anche all'interno del gemellaggio e dei lavori intergenerazionali. Le modalità di valutazione sono state di tipo qualitativo tramite un diario on line del percorso con la partecipazione delle insegnanti e degli allievi ed una raccolta, selezione e analisi, dei prodotti realizzati (e-portfolio).

Sono stati instaurati rapporti e condivisioni tra classi, in cui è stata sviluppata
una serie di attività di lettura e scrittura basata su strumenti cartacei e strumenti digitali;  sono state utilizzate forme di scambio e di collaborazione sia on line - tramite un'apposita piattaforma e-learning attivata e gestita dalla Regione Molise (http://sistemamolise.it/) -  sia in presenza delle classi aderenti al progetto; promosse, infine, forme di digital storytelling e realizzati materiali relativi alla prevenzione dei rischi connessi ad eventi simici (filmati con animoto, filmati con editor video relativi ad attività svolte in classe, incontri con esperti, visite a specifici centri).

Partendo dalle attività di lettura e produzione di testi, si è passati, grazie alla LIM e al collegamento ad internet, all'utilizzo della piattaforma di e-learning per far prendere familiarità ai bambini con il nuovo ambiente digitale, ma anche per documentare quanto realizzato in vista di forme di condivisione con i genitori e con le altre classi. Tale passo ha costituito una prima modalità per sviluppare le competenze digitali degli allievi. In tal senso sono state attivate specifiche forme di comunicazione e confronto tra insegnanti (un apposito forum nell'ambiente, una videoconferenza con skype,...), individuate attività on line condivise tra le classi coinvolte nel progetto. Tali attività sono state concordate in appositi incontri tra insegnanti utilizzando skype e, mediante il digital storytelling , a seguito delle prime produzioni, sono state realizzate storie relative al terremoto . Sono poi stati utilizzati foto, reperite su internet o appositamente realizzate, disegni, video, interviste a seconda dei materiali prodotti e del percorso in itinere: con brevi didascalie ad immagini, con appositi servizi on line, come animoto, con file audio, con video.

Il progetto "Di sana e robusta Costituzione" ha visto lezioni settimanali sui principi fondamentali della Costituzione, anticipando i contenuti che saranno oggetto di studio in quinta elementare con filastrocche, disegni e filmati caricati e condivisi sull' aula virtuale e creati dai bambini appositamente per concepire un e - book che raccolga tutti i loro lavori sull'argomento.