1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Scuole sicure. Firmato il contratto con la cassa depositi e prestiti per n. 14 progetti di messa in sicurezza. Inviato il sollecito ai 27 comuni per l'immissione dati sul portale nazionale dell'anagrafe degli edifici scolastici

Il VicePresidente Michele Petraroia
Il VicePresidente Michele Petraroia

Sottoscrittoquesta mattina presso la sede della Regione Molise il Contratto di mutuo con ilresponsabile della Cassa Depositi e Prestiti per finanziare tramite la BancaEuropea per gli Investimenti n. 14 progetti di messa in sicurezza per le scuoledi Petacciato, Termoli, Petrella Tifernina, Pietracatella, Campobasso, Pesche,Vinchiaturo, Jelsi, Spinete, Montecilfone, Larino, i due Istituti Superiori diIsernia e uno di Termoli.

Ilfinanziamento è pari a 10 milioni di euro e sarà erogato con un primo accontopari al 20% dalla Cassa Depositi e Prestiti direttamente ai Comuni e alleProvince di Isernia e di Campobasso previa firma della Convenzione con laRegione Molise nei prossimi 15 giorni e successiva aggiudicazione dei lavori.
Evidentementea questi interventi finanziati ai sensi della Legge n. 128/2013 e della Leggen. 107/2015 sulla Buona Scuola si andranno a sommare i progetti a valere sulFondo di Sviluppo e Coesione, sui PON - POR 2014-2020 e/o rinvenienti da altrenormative (vedasi INAIL - scuola innovativa) con l'obiettivo di garantire lamessa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici italiani.

Atal proposito, dando seguito al seminario di aggiornamento svoltosi il 28dicembre a Termoli con i tecnici della Regione Toscana, è stato inviato unsollecito indirizzato ai n. 27 Comuni del Molise che hanno il dovere diimmettere i dati delle proprie scuole sul Portale Nazionale del Ministerodell'Istruzione sull'Anagrafe degli Edifici Scolastici, al fine di evitareun'ingiusta penalizzazione in termini di finanziamenti alle comunità in ritardoche avranno tempo fino al 15 gennaio 2016 per ottemperare a questo importanteadempimento.