1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Bando Hi Tech Business, nei prossimi giorni i disciplinari di concessione per le prime aziende beneficiarie. Frattura e Veneziale: "I risultati ci dimostrano che in Molise ci sono capacità e competenze per creare e far crescere imprese innovative"

Campobasso, 21 settembre 2017   -  "Quarantasette domande pervenute, per quasi otto milioni di investimento, diciassette quelle già ammesse a finanziamento e che firmeranno in questi giorni i disciplinari di concessione che assegnano loro 1.198.251 euro di contributi, a fronte dei 2.718.326 euro di investimenti totali previsti". A comunicare l'esito relativo ai primi provvedimenti di concessione del Bando Hi Tech Business il Presidente Frattura e l'Assessore Veneziale.

Il Bando "High tech business", per il sostegno alla creazione e al consolidamento di start up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin-off della ricerca, ha una dotazione finanziaria di 2 milioni di euro ed è finanziato dai fondi POR FESR 2014-2020.

"Delle prime diciassette domande, istruite ed ammesse a finanziamento, ben tredici riguardano start up da costituire. Nuove aziende molisane destinatarie di 801.056 euro di contributi, a fronte di investimenti pari a 1.781.729 euro, i cui disciplinari di concessione verranno firmati non appena sarà concluso l'iter di costituzione delle società stesse".

"La risposta ottenuta per l'avviso Hi Tech Business è da considerarsi molto significativa, in termini progettuali ed in considerazione della complessità dell'azione, e dimostra che in Molise ci sono capacità e competenze per creare impresa in settori altamente competitivi ed innovativi".

"Altre nove domande, per un contributo richiesto di 779.205 euro, sono in fase di valutazione. La Regione Molise - concludono Frattura e Veneziale -  ha rispettato il termine dei novanta giorni per l'istruttoria delle pratiche fornendo una risposta celere e concreta alle esigenze del tessuto economico e produttivo".