1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Il turismo religioso molisano al Josp Fest 2011

Il logo del Festival
Il logo del Festival

"Il Molise Contado dello Spirito". E' questo lo slogan con cui la nostra regione si presenterà al Josp Fest 2011, l'evento internazionale dedicato agli itinerari dello spirito in programma a Roma dal 2 al 6 giugno. L'obiettivo dichiarato dell'Opera Romana Pellegrinaggi, promotrice ed organizzatrice del Festival, è quello di dar vita, nel centro della Capitale, all'incontro di continenti e culture, per mostrare quello che il mondo offre a coloro che desiderano scoprirlo attraverso il viaggio.
 
L'Assessorato al Turismo della Regione Molise, per la prima volta, ha deciso di partecipare all'iniziativa insieme ad altre regioni italiane e a numerosi Paesi del mondo, per far conoscere il territorio ed, in particolare, quegli itinerari a carattere spirituale che possono attrarre visitatori in Molise. Il turismo religioso assiste infatti ad una crescita velocissima della domanda, abbracciando viaggiatori che sono interessati non ad un trend o alla moda del momento, ma che aderiscono a certi valori e idee fondamentali per una vita non solo spiritualmente, ma anche culturalmente ricca.
 
Il Molise presenterà al pubblico, a tour operator, professionisti ed esperti del settore turistico, le prospettive più innovative ed i percorsi ancora poco conosciuti per delineare un nuovo modello di turismo. Saranno sotto i riflettori del Josp, il Santuario di Castelpetroso, luogo d'apparizione della Madonna Patrona del Molise ed il Santuario della Libera di Cercemaggiore, uno dei più antichi della regione. Al Festival parteciperanno l'Assessore regionale al turismo Franco Giorgio Marinelli e l'Assessore al turismo della Provincia di Isernia Florindo Di Lucente.

«Abbiamo deciso di partecipare a questa edizione del Josp - ha spiegato Marinelli - per includere il Molise in un network mondiale di confronto e di nuove opportunità. C'è bisogno di far scoprire i nostri luoghi della fede e rispondere alle aspettative dei nuovi viaggiatori che vanno alla ricerca di qualità, di significati e valori. I contenuti del Festival impegneranno esperti e attori del mondo turistico per far fronte all'evoluzione dei mercati e dei vacanzieri. Il Molise vuole essere un degno protagonista di questo cambiamento».