1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

X Torneo Internazionale Regione Molise

Anna Giulia Remondina. Se vincesse il torneo, sarebbe la prima volta in dieci anni per una tennista italiana
Anna Giulia Remondina. Se vincesse il torneo, sarebbe la prima volta in dieci anni per una tennista italiana

Al via il X Torneo Internazionale Regione Molise, evento tennistico inserito nel Circuito femminile 25.000 dollari dell'Internazional Tennis Federation.
Lo staff organizzativo dell'Associazione Tennis Campobasso di Villa De Capoa sta mettendo a punto gli ultimi dettagli. Dal direttore del Torneo, Vincenzo D'Angelo, all'assistente, Mario Romolo, al referente premi, Raffaele Liparulo, per finire alla segreteria, al trasportation, agli incordatori, ai medici, ai fisioterapisti, agli addetti ai campi, è tutto un susseguirsi di preparativi tesi ad ottimizzare il contesto organizzativo. 

L'Internazional Tennis Federation, intanto, ha diffuso l'elenco ufficiale delle partecipanti. Spicca il nome dell'argentina Maria Irigoyen, 196° nel ranking internazionale, vincitrice della passata edizione e che quest'anno tenterà di bissare il risultato conseguito lo scorso anno. Fra le italiane, c'è molta attesa per Anna Giulia Remondina, classe 1989, 240° nel ranking internazionale: se riuscisse ad aggiudicasi il torneo, sarebbe la prima volta in dieci anni per una tennista italiana.

Riflettori puntati anche su Timea Babos, diciottenne atleta ungherese, 250° nel ranking internazionale. Proveniente da una famiglia di tennisti, ha iniziato a giocare a 7 anni ed esordito a 13 nel circuito juniores, vincendo il suo primo torneo l'anno successivo in Slovacchia. Tennis potente, rovescio a due mani,  buon fisico e notevole statura che le permettono un ottimo servizio, Babos ha buone possibilità di ottenere risultati anche a livello Pro.

Questo il calendario del torneo. Sabato 4 giugno: registrazione partecipanti; domenica 5 e lunedì 6: qualificazioni; martedì 7 e mercoledì 8: 1° turno e doppio; giovedì  9: 2° turno e doppio; venerdì 10: quarti di finale e  finale doppio; sabato 11: semifinale; domenica 12: finale.
Sette giorni, insomma, dedicati al grande tennis, che richiameranno intorno ai campi di Villa De Capoa  a Campobasso un folto numero di appassionati, molti dei quali verranno da fuori regione. Un notevole ritorno d'immagine per il nostro territorio.

«E' questa una manifestazione - ha detto il Presidente Iorio, che ha  tra le sue deleghe ha anche quella allo sport - che ha valenza anche sul piano sociale e della promozione turistica. Motivo in più per sostenerla e supportarla anche da parte della Regione, che guarda sempre con particolare attenzione agli appuntamenti sportivi che danno lustro al nostro territorio. Una manifestazione di livello, che non mancherà di suscitare interesse ed emozioni».

«Questo torneo - ha dichiarato il Presidente dell'Associazione Tennis Campobasso, Sandro Addona - ha fatto conoscere lo spirito di accoglienza e il fascino della città a tenniste provenienti da tutto il mondo, che al Circolo Tennis di Villa De Capoa hanno trovato una sede ben organizzata, ideale per una competizione internazionale. Un grande in bocca al lupo a tutte le nostre giocatrici con l'augurio che il torneo possa essere anche per esse, come negli scorsi anni, un'occasione non solo agonistica, ma anche di divertimento».

Concludiamo con qualche dato statistico. A partire dal 2002, le edizioni sono state nove, di cui le prime tre con un montepremi di diecimila dollari, le successive sei di venticinquemila dollari. Le italiane non hanno mai vinto e si sono dovute accontentare di un secondo posto, due anni fa, con Nathalie Vierin, e nell'edizione del primo anno con Rita Degli Espositi.  Per ben due volte, il torneo è stato vinto da tenniste di nazionalità ucraina e argentina; Colombia, India, Russia, Ungheria e Slovenia se lo sono aggiudicato una sola volta.