1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Mobilità internazionale, opportunità per i giovani

Pietracupa: «No al disfattismo gratuito, sì al confronto ed alle iniziative concrete»
Pietracupa: «No al disfattismo gratuito, sì al confronto ed alle iniziative concrete»

Il Presidente del Consiglio regionale del Molise, Mario Pietracupa, è intervenuto questa mattina alla Giornata della mobilità internazionale giovanile, organizzata dalla Provincia di Campobasso in collaborazione con Eurodesk ed Europe Direct nella Sala della Costituzione a Campobasso.

«E' un'iniziativa interessante - ha detto il primo consigliere di Palazzo Moffa - perché si rivolge ai giovani in maniera precisa e diretta. Mobilità internazionale vuol dire opportunità di studio, di lavoro e possibilità di fare esperienza all'estero».

«Premetto - ha continuato - che i nostri ragazzi vengono fuori da scuole e università che funzionano bene e di cui andiamo fieri. Bisogna invece coltivare con maggiore continuità le occasioni di confronto sereno e civile, le opportunità per crescere. Quella di oggi è una di queste. Una e altre iniziative che, e questo è il punto, devono essere trasversali alla politica. L'interesse primario delle Istituzioni deve infatti essere quello di far crescere la generazione che rappresenterà i cittadini e la classe dirigente di un territorio.
 
In questo contesto, la Giornata della mobilità internazionale offre spunti, contenuti e anche soluzioni. L'importante è rapportarsi con i giovani direttamente, cioè nel linguaggio che preferiscono, senza essere autoreferenziali e, soprattutto, senza fare del facile disfattismo per fare presa sull'audience, perché loro, i giovani, hanno bisogno di fiducia, di prospettive e di proposte concrete».

A conclusione del suo intervento, Pietracupa si è rivolto proprio ai ragazzi.
«Vi invito - ha detto - ad avere fiducia in voi stessi e anche negli interlocutori che troverete sul vostro cammino. Tutti potete e dovete dare il vostro contributo in un processo che deve partire dal basso. Un esempio? Quando qualcosa non funziona, avete il diritto e il dovere di riferirlo. Infine, vi invito a non perdere l'entusiasmo, così come io non lo perdo ogni volta che vi incontro, perché le vostre idee e la vostra schiettezza rappresentano per me da sempre uno spunto anche per  migliorare l'attività politico-istituzionale. Noi Istituzioni faremo squadra insieme a voi perché abbiamo i vostri stessi interessi».