1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

PSR 2007-2013, prossimi alla pubblicazione due importanti bandi

Fusco Perrella: «Due misure importanti per l'equilibrio dell'ecosistema e la difesa dell'ambiente»
Fusco Perrella: «Due misure importanti per l'equilibrio dell'ecosistema e la difesa dell'ambiente»

Nella prossima edizione del Bollettino Ufficiale della Regione Molise saranno pubblicati i seguenti Bandi pubblici del PSR 2007/2013: Misura 216  - Sostegno agli investimenti non produttivi (Terreni agricoli); Misura 223 - Imboschimento di superfici non agricole.

Gli interventi mirano alla tutela del paesaggio e degli habitat agro-forestali, alla difesa della biodiversità, alla limitazione dei fenomeni di erosione del suolo e al ripristino degli elementi naturali e seminaturali caratteristici del paesaggio agrario.

La Misura  216 -   Sostegno agli investimenti non produttivi (Terreni agricoli) - specifica per i terreni agricoli, prevede risorse complessive pari a 1 milione di euro ed è differenziata nelle seguenti azioni: creazione/Ripristino di spazi naturali e seminaturali e del paesaggio agrario; creazione e Ripristino di muretti a secco e attrezzature in zone collinari e montane; creazione di fasce tampone vegetale lungo i corsi d'acqua e miglioramento della naturalità di canali di bonifica ed irrigui, per il miglioramento del paesaggio rurale e la creazione di corridoi ecologici; costituzione e riqualificazione di zone umide; investimenti aziendali non produttivi, limitatamente alle Aree natura 2000.
Possono beneficiare dell'aiuto gli imprenditori agricoli singoli o associati che siano proprietari o detentori, in base a legittimo titolo, di terreni agricoli dove effettueranno gli interventi e che siano in grado di assumere gli impegni pluriennali previsti dalla misura.

Si segnala che l'importo complessivo del progetto non potrà essere superiore a 100 mila euro.
La Misura 223 - Imboschimento di superfici non agricole - che prevede risorse complessive pari a 1 milione di euro, riguarda interventi per il primo imboschimento di superfici non agricole o superfici agricole incolte, finalizzati alla creazione di foreste o zone boschive.
La localizzazione degli interventi di imboschimento è limitata ai terreni non agricoli e/o incolti di tutto il territorio regionale, con priorità per: le aree caratterizzate da elevati rischi di dissesto, come risultanti dai PAI (Piani Assetto Idrogeologico); le aree ricomprese nei principali bacini idrografici con copertura forestale inferiore del 10% della media regionale; le aree di collina irrigua e di collina rurale dove l'imboschimento può avere un elevato valore ecologico.

Possono beneficiare dell'aiuto: soggetti privati ( persone fisiche e giuridiche di diritto privato e loro associazioni); autorità pubbliche (Comuni e loro associazioni);  Amministrazioni separate (demanio pubblico).
La raccolta delle domande di contributo - invio e rilascio telematico - ha inizio a partire dal sedicesimo giorno dalla data di pubblicazione dei bandi sul BURM e termina il 30 aprile 2012.
I bandi, dopo la pubblicazione sul BURM, saranno disponibili anche sul sito della Regione Molise www.regione.molise.it  nelle sezioni "Notizie ed Eventi", "Bandi e Gare" oppure nell' area tematica "Agricoltura e Foreste" e nella sottoarea dedicata al "Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013".
Per ulteriori chiarimenti è possibile contattare il Servizio valorizzazione e tutela della montagna e delle foreste dell'Assessorato regionale alle Politiche agricole, ai numeri 0874 429453 -  0874 429474.

Per l'Assessore Fusco Perrella «si tratta di due misure importanti per l'equilibrio dell'ecosistema e la difesa dell'ambiente».
«I bandi - chiarisce l'Assessore - che hanno ciascuno una dotazione finanziaria di 1 milione di Euro, consentiranno di contrastare i fenomeni di dissesto idrogeologico e di tutelare la bellezza naturale del nostro paesaggio. Sono interventi concreti e tangibili, orientati alla salvaguardia delle nostre risorse primarie con cui sosterremo gli imprenditori agricoli, garantendo una maggiore valorizzazione del territorio e dell'ambiente, indispensabile per lo sviluppo del turismo rurale ed  eco-compatibile».