1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Richiedere l' iscrizione delle varietà di specie frutticole al Registro Nazionale e al Repertorio Regionale, ai sensi del D.M. n. 124/2010

PREMESSA.
IL DECRETO LEGISLATIVO DEL 25 GIUGNO 2010, N. 124, "Attuazione della direttiva 2008/90 relativa alla commercializzazione dei materiali di moltiplicazione delle piante da frutto destinate alla produzione di frutti" (Entrata in vigore del provvedimento: 19/08/2010) fissa all'art. 6 che i materiali di moltiplicazione e le piante da frutto devono essere commercializzati con un riferimento alla varietà cui appartengono, o nel caso dei portainnesto, qualora non vi sia identità varietale, con riferimento alla specie o all'ibrido interspecifico in questione.

Le varietà cui viene fatto riferimento devono essere:
    a) giuridicamente protette da una privativa per ritrovati vegetali conformemente alle disposizioni sulla protezione di nuove varietà vegetali; o;
    b) registrate ufficialmente qualora siano state giudicate rispondenti a talune condizioni approvate ufficialmente e abbiano una descrizione ufficiale. Esse possono, altresì, essere registrate ufficialmente se il loro materiale è stato già commercializzato
        prima del 30 settembre 2012 sul territorio dello Stato membro interessato, purchè abbiano una descrizione ufficialmente riconosciuta;
    c) comunemente note; una varietà è considerata comunemente nota se:
         1. è stata registrata ufficialmente in uno Stato membro; o;
         2. è oggetto di domanda di registrazione ufficiale in uno Stato membro o di domanda di privativa di  cui alla lettera a); o;
         3. è stata commercializzata prima del 30 settembre 2012 sul territorio dello Stato membro interessato o di un altro Stato membro, purchè abbia una descrizione ufficialmente riconosciuta dall'autorità unica a livello nazionale di cui all'articolo 3.

Inoltre può essere iscritta una varietà priva di valore intrinseco per la produzione vegetale a fini commerciali, purchè la varietà abbia una descrizione ufficialmente riconosciuta e i materiali di moltiplicazione e le piante da frutto siano commercializzati come materiale CAC sul territorio dello Stato membro interessato e siano identificati con un riferimento a questa disposizione sull'etichetta, o su un documento, o su entrambi.
Ogni varietà deve avere la stessa denominazione in tutti gli Stati membri secondo le modalità di applicazione adottate ai sensi dell'articolo 3 del D. Lvo n. 124/2010 oppure conformemente alle linee direttrici internazionali accettate.
Una varietà geneticamente modificata può essere registrata ufficialmente solo se l'organismo geneticamente modificato da cui è costituita è stato autorizzato ai sensi della direttiva 2001/18/CE o del regolamento (CE) n. 1829/2003. Inoltre il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con nota dell'11/04/2012, prot. n. 0009704/12 ha comunicato:
    -  che secondo un progetto di direttiva Comunitaria di Commissione, facente parte della Direttiva 2008/90/CE, attualmente in corso di approvazione, il registro comprenderà due liste di varietà: una Lista A le cui varietà potranno essere
       commercializzate come materiali Certificati e CAC ed una Lista B le cui varietà potranno essere commercializzate solo come CAC;
    - nella Lista A potranno entrare tutte le varietà che rispondono ai requisiti di cui all'art. 7, comma 2, alle lettere a), b), c)-i) e c)-ii) della Direttiva 2008/90/CE, si tratta quindi di varietà che sono in certificazione, dotate di descrizioni esaurienti
      pubblicate su monografie, brevettate a livello nazionale o europeo presso l'Ufficio Comunitario delle Varietà Vegetali (CPVO);
    - nella Lista B rientreranno quasi totalmente le varietà che rispondono ai requisiti di cui all'art. 7, comma 2, lettera c)-iii) della Direttiva 2008/90/CE, quindi identificate attraverso una descrizione ridotta, che andrà comunque
      ufficialmente riconosciuta;
    - la scadenza più importante è quindi fissata al 30 settembre 2012, poichè dopo tale data le varietà potranno essere iscritte solo in Lista A, con descrizione completa e confermata dai test DUS (Distinguibilità,
      Uniformità e Stabilità), mentre la Lista B sarà chiusa, proprio per la caratteristica della commercializzazione avvenuta prima del 30/09/2012;

PERTANTO, considerato quanto sopra, al fine della commercializzazione dopo il 30 settembre 2012 dei materiali di moltiplicazione delle piante da frutto destinate alla produzione di frutti secondo quanto previsto dalla normativa su richiamata, questo Servizio, al fine di agevolare gli operatori all'iscrizione delle varietà (fruttifere) non ancora iscritte nei Registri delle varietà Italiano o di altri Paesi della Comunità, ha definito la modulistica per la proposta sia per l'iscrizione delle varietà (fruttifere) al Registro Nazionale che nel Repertorio Regionale.

Chi deve richiedere l'accreditamento di fornitore di materiale di propagazione
Tutti coloro che hanno interesse a commercializzare i materiali di moltiplicazione e le piante da frutto le cui varietà non sono ancora iscritte nel Registro Nazionale o di altri Paesi della Comunità. 

Come fare la richiesta
Si consiglia di utilizzare le schede allegate alla D.D. n. 18 del 14/05/2012, che debitamente compilate.

A chi inviare le richiesta
Le schede compilate dovranno essere trasmesse al seguente indirizzo: Regione Molise, Servizio Fitosanitario Regionale, Controllo e Bonifica, Via A. Morrone, 48-  86035 Larino (CB).

I tempi e le formalità necessarie prima dell'iscrizione
Il Servizio Fitosanitario Regionale, Controllo e Bonifica, dopo aver ricevuto la scheda, verifica i dati, provvede alla registrazione della varietà nel Repertorio Regionale e all'invio della stessa al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per la proposta di registrazione della varietà nel Registro Nazionale.

Normativa:
Per ulteriori informazioni invia una e-mail a: serviziofitosanitario@molise.it

 
 
 
 
 

Modulistica:

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Informazioni e Contatti

Servizio Fitosanitario Regionale
Ufficio operativo di Larino
Via A. Morrone, 48 - 86035 Larino (CB)
Tel. e fax 0874-824617
fitosanitario@regione.molise.it