1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Sospensione debiti PMI, estesa la moratoria

Le richieste dovranno essere presentate dalle imprese entro il 31 dicembre 2012
Le richieste dovranno essere presentate dalle imprese entro il 31 dicembre 2012

La Giunta regionale, nella Seduta del 26 luglio, ha approvato su proposta degli Assessori Fusco Perrella , Scasserra e Vitagliano, l'adesione all'Avviso comune per la sospensione dei pagamenti delle piccole e medie imprese, verso il sistema creditizio, sottoscritto il 28 Febbraio 2012 tra il Ministero dell'Economia e delle Finanze, il Ministero dello Sviluppo economico, l'ABI e le altre Associazioni di rappresentanza delle imprese.

Con il provvedimento adottato, la Giunta regionale ha esteso l'applicabilità dell'Avviso Comune anche agli strumenti finanziari assistiti da agevolazione pubblica previsti da interventi/leggi di incentivazione, finanziati con risorse regionali.

Possono beneficiare della moratoria le piccole e medie imprese operanti in tutti i settori, definite dalla normativa comunitaria. Le richieste dovranno essere presentate dalle imprese entro il 31 dicembre 2012. Le domande di allungamento dei mutui che a questa data dovessero essere ancora in sospensione potranno essere presentate entro il 30 giugno 2013.

Nello specifico la moratoria prevede la sospensione per 12 mesi della quota capitale delle rate di mutuo; la sospensione per 12 o 6 mesi della quota capitale dei canoni di operazioni di leasing, immobiliare o mobiliare; l'allungamento della durata dei mutui per un massimo del 100% della durata residua del piano di ammortamento e comunque non oltre 2 anni per i mutui chirografari e a 3 anni per quelli ipotecari; l'allungamento fino a 270 giorni delle scadenze delle anticipazioni bancarie su crediti per i quali si siano registrati insoluti di pagamento; l'allungamento per un massimo di 120 giorni delle scadenze del credito agrario di conduzione (ex art.43 del Testo Unico Bancario).