1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Calendario venatorio 2012-2013, preapertura il 1° settembre

L'attività venatoria ha inizio il 16 settembre 2012 e termina il 31 gennaio 2013
L'attività venatoria ha inizio il 16 settembre 2012 e termina il 31 gennaio 2013

Tutto pronto per l'apertura della caccia. La Giunta regionale ha provveduto ad emanare, con la Delibera 461/2012, il Calendario venatorio 2010-2011 e l'annesso Regolamento.

Si inizia con la preapertura. Nelle giornate del  1°, 2 e 9 settembre 2012 è consentito, fino alle ore 13.00 e solo ai cacciatori residenti in Molise, il prelievo  venatorio da appostamento temporaneo di esemplari di fauna selvatica appartenenti alle seguenti specie: tortora, merlo, ghiandaia, gazza, cornacchia grigia. Per  merlo e  tortora è previsto un prelievo giornaliero massimo di 8 capi a fronte di un totale di 24 capi per  tutto il periodo della preapertura. Nessuna limitazione, invece, per ghiandaia, gazza e cornacchia grigia. Tutti i capi abbattuti per i quali è prevista la limitazione (tortora e merlo), vanno immediatamente segnati in loco sull'apposito tesserino rilasciato dall'Amministrazione provinciale competente per territorio.

Nelle giornate del  1°, 2 e 9 settembre 2012 è vietato l'uso e l'addestramento di cani.
Dopo la preapertura, l'attività venatoria ha inizio il 16 settembre 2012 e termina il 31 gennaio 2013, comprese le ZTP (Zone di Protezione Speciale). In alcune di esse (La Gallinola, Monte Miletto, Monti del Matese, Lago di Occhito, Torrente Tona, Località Fantina - Fiume Fortore, Lago di Guardialfiera - Foce Fiume Biferno e Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise),  anche se ricadenti all'interno di Aziende agro-turistico-venatorie e faunistico-venatorie, l'attività venatoria non può avere inizio prima del 1° ottobre, con l'eccezione della caccia agli ungulati. Inoltre, in tutte le Zone di Protezione Speciale, anche se ricadenti all'interno di Aziende agri-turistico-venatorie e faunistico-venatorie, nel mese di gennaio, l'attività venatoria è consentita solo nelle giornate di mercoledì e domenica. 
Il Provvedimento adottato dalla Giunta regionale individua, inoltre, le specie cacciabili ed i periodi in cui la caccia è consentita, i capi complessivamente abbattibili in una giornata, il limite settimanale delle giornate di caccia, i divieti e le sanzioni.

Il Regolamento, in particolare, stabilisce gli Ambiti territoriali di caccia, i posti da destinare ai cacciatori extraregionali, i requisiti e le modalità per esercitare l'attività venatoria.