1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Cammini d'Europa, il Molise fra le antiche vie dei pellegrini

Roma, Ministero del Turismo. Iorio e Cardinali firmano il Protocollo d'intesa
Roma, Ministero del Turismo. Iorio e Cardinali firmano il Protocollo d'intesa

Il Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, ha sottoscritto ieri, nella sede del Ministero del Turismo, a Roma, alla presenza del Ministro Piero Gnudi, il Protocollo di adesione alla Rete dei Cammini d'Europa.  Ha controfirmato il protocollo il Presidente del Gruppo europeo di interesse economico "Cammini d'Europa", Alessandro Cardinali.

Il Progetto "Cammini d'Europa" è un'iniziativa di livello europeo indirizzato allo sviluppo territoriale, alla valorizzazione storica, culturale, turistica e alla promozione dei territori attraversati da vie di pellegrinaggio e dai grandi itinerari ambientale e culturali di interesse europeo.

L'iniziativa dedica particolare attenzione a chi si sposta sul territorio per pellegrinaggio o altre espressioni di viaggio e turismo, promuovendo la sensibilizzazione ed il miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni locali, che devono accogliere e offrire servizi a turisti e viandanti.
Gli enti firmatari si impegnano quindi anche alla creazione di servizi di elevata qualità, elaborati soprattutto per chi cammina, e alla organizzazione del territorio per facilitarne l'accoglienza.


«Come Regione Molise - ha detto il Presidente Iorio - siamo molto interessati a valorizzare il patrimonio storico, culturale e ambientale che abbiamo, attraverso l'utilizzo di percorsi dedicati e studiati per incentivarne e promuoverne la loro fruizione ad un pubblico vasto e qualificato. "Cammini d'Europa" va verso tale direzione e per questo ne sposiamo con entusiasmo il progetto e le finalità. La rete tratturale, la presenza di evidenze storiche e archeologiche particolarmente interessanti e variegate, il tutto unito a elementi di grosso valore religioso come santuari e chiese di diversa espressione temporale, rendono il Molise particolarmente adatto ad ospitare il flusso annuale che Cammini d'Europa garantisce».
La prima attivazione di un percorso nell'ambito di "Cammini d'Europa" sarà il cammino da Cercemaggiore a Castelpetroso.


«Un percorso - ha spiegato il Presidente - che abbiamo concordato anche con le autorità religiose, la Diocesi di Campobasso-Bojano e con l'arcivescovo Bregantini, e che mette insieme fede, storia, arte, cultura e paesaggio. Questa iniziativa verrà presentata in occasione della Giornata Mondiale del Turismo, che vedrà nel Molise una serie di iniziative i prossimi 29 e 30 settembre».
«La realizzazione di questi Cammini -  ha concluso il Presidente - prevede una sinergia stabile tra istituzioni pubbliche e private. E tale sinergia può e deve rappresentare la base del modello con cui operare per attivare uno sviluppo sostenibile del territorio dal punto di vista sociale, economico e culturale».


Sono stati impegnati nel Progetto "Cammini d'Europa" anche le Strutture dell'Assessorato regionale alle Politiche agricole e al Turismo.