1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Padre Giuseppe Tedeschi, il messaggio del Presidente Pietracupa

Padre José, cosi come era conosciuto e chiamato in Argentina
Padre José, cosi come era conosciuto e chiamato in Argentina

In ricordo di Padre Giuseppe Tedeschi,  il salesiano di origine molisana,  scomparso nel 1976 in Argentina, dove svolgeva la sua missione a favore dei poveri  del  barrio di Villa Itati, nella città di Mar del Plata, e la cui figura viene ricordata oggi con una cerimonia presso la Sala stampa della Camera dei Deputati, il Presidente del Consiglio regionale, Mario Pietracupa, ha diffuso il seguente messaggio:

«In un momento delicato, in cui sembrano prevalere l'egoismo, il conflitto e l'odio religioso, infarcito spesso di fanatismo, oggi, nella Sala stampa della Camera dei Deputati, viene ricordata la figura di un umile nostro corregionale che ha dedicato la sua vita agli altri, donando una possibilità di riscatto e, soprattutto, indicando a noi quale può essere la strada per ritrovare la ragione e spingerci verso la solidarietà.

Padre Giuseppe Tedeschi, originario di Jelsi, è stato un fulgido esempio di dedizione alla causa di poveri e bisognosi. La sua fantastica - e purtroppo tragica nel finale - esperienza di vita, la volontà ferrea nel voler aprire una scuola e un pronto soccorso, la tenacia nell'affrontare con determinazione le battaglie di tutti i giorni, rappresentano il suo straordinario contributo alla società in termini spirituali e materiali.
A nome dell'intero Consiglio regionale del Molise, plaudo all'iniziativa intrapresa dagli organizzatori e dall'omonima Associazione, pronti a sviluppare un evento che pone le basi per un'attenta riflessione che servirà anche per ridare dignità e memoria al "nostro" missionario e a tutta la comunità molisana in Italia e all'estero.

Un grazie anche alle autorità istituzionali e ai rappresentanti delle organizzazioni umanitarie italiane, argentine e internazionali che, con la loro presenza, hanno voluto sottolineare l'importanza di un uomo come pochi. Noi amministratori dobbiamo essere sensibili ai temi della solidarietà, dell'uguaglianza e della giustizia sociale, soprattutto in una fase storica di grande difficoltà in cui la soluzione più semplice ai problemi sembra essere quella di rinnegare i valori universali del viver civile, della democrazia e dell'operare nell'interesse della collettività.

Non abbassiamo l'attenzione, pertanto, e guardiamo indietro a queste figure, alla loro storia e al loro messaggio indelebile che ci spinge a lottare per un giusto ideale, sia in qualità di uomini, sia come politici espressione della volontà popolare. Prendiamo esempio ed impegniamoci strenuamente nel superare gli ostacoli, giammai esasperando i problemi quotidiani.

Per Padre Giuseppe Tedeschi quella di oggi è una data importante. Le tragiche circostanze del suo assassinio meritano chiarezza. In ogni caso, chiunque abbia voluto fermare l'opera benemerita del salesiano di origine molisana, ha sortito l'effetto contrario: quello di renderci ancora più solidali nei confronti di chi si dedica agli emarginati e ai bisognosi».