1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Bilancio regionale e sanità, Iorio precisa

Iorio : «E' stato fornito al Tavolo tecnico interministeriale per la sanità un dato non certificato e non autorizzato dalla Giunta regionale o dalla Presidenza della Regione»
Iorio : «E' stato fornito al Tavolo tecnico interministeriale per la sanità un dato non certificato e non autorizzato dalla Giunta regionale o dalla Presidenza della Regione»

«Noto un certo entusiasmo fuori luogo, per non dire una sorta di "festeggiamento" inopportuno, da parte dei soliti miei detrattori ed oppositori molisani,  nell'apprendere e nel diffondere il dato trasmesso al Tavolo tecnico interministeriale sulla sanità riguardante l'entità del disavanzo sanitario e, soprattutto, il debito che avrebbe contratto il Bilancio regionale nei confronti del Bilancio specifico della sanità.
 
Mi ero già espresso sulla questione anticipando la determinazione di  porre in essere una forte reazione ad un approccio al problema che riteniamo oggettivamente ingiusto e poco attento. Una reazione che avrebbe visto anche il coinvolgimento del Capo dello Stato. Il dato di cui si discute oggi risulta  certificato in maniera assolutamente inadeguato, scorretto e, a voler essere buoni, del tutto superficiale.  E', quindi, opportuno precisare, a beneficio dei cittadini molisani, di cosa stiamo parlando:  dal 2012, il Sistema di bilancio della sanità delle varie regioni italiane si è adeguato alle nuove disposizioni nazionali rendendo distinto il Bilancio della sanità, appunto, dal Bilancio regionale. Si sono creati, dunque, due flussi in entrata, sanità ed altre risorse, e due canali corrispettivi di uscita. Fino al 2012, non vi era per il Molise, e per tutte le altre regioni, alcuna distinzione. Quindi, l'ammontare disponibile di risorse di cassa veniva utilizzato a seconda delle necessità che si creavano di volta in volta.
 
Alla luce di questa mutazione, si sono avviate in tutta Italia  le necessarie verifiche per la separazione dei due flussi di cassa. In Molise, però, è accaduto qualcosa di diverso e spiacevole rispetto al resto del Paese. E' stato, infatti, fornito al Tavolo tecnico interministeriale per la sanità un dato non certificato e non autorizzato dalla Giunta regionale o dalla Presidenza della Regione, ma prodotto autonomamente solo da un costosissimo advisor nominato dal Ministero.  Un dato che, come Regione, contestiamo sia nella quantità, sia nelle modalità con cui è stato prodotto, oltre che per la titolarità di chi lo ha trasmesso: un advisor che è solo costato alle casse dei molisani vari milioni di euro, senza aver mai raggiunto un sia pur minimo obiettivo di risanamento o di qualificazione della spesa. Mi auguro, quindi, che  prima di spellarsi le mani per esternazioni incontrollate  e assolutamente incontrovertibili,  di qualche burocrate  o tecnico,  si abbia la compiacenza di aspettare la verifica e l'attendibilità dei fatti».

Lo ha detto il Presidente della Regione Michele Iorio commentando le dichiarazioni di alcuni esponenti politici molisani sui flussi di cassa del Bilancio regionale e di quello della Sanità.