1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Molisani nel mondo, Petraroia riceve Lucio D'Andrea

La prestigiosa associazione degli abruzzesi e molisani negli Stati Uniti, di cui D'Andrea è presidente emerito
La prestigiosa associazione degli abruzzesi e molisani negli Stati Uniti, di cui D'Andrea è presidente emerito

Dopo gli incontri tenutisi a maggio con gli ambasciatori della molisanità nel mondo di Australia e Brasile, il vicepresidente della Giunta regionale, Michele Petraroia, incontrerà domani, alle ore 11, presso l'Assessorato regionale di Via Toscana a Campobasso, Lucio D'Andrea, presidente emerito dell'AMHS, "The Abruzzo & Molise Heritage Society", con sede in  Washington DC.
 
«Alla base di questo piacevole incontro che terremo domani - ha affermato l'assessore regionale Michele Petraroiac'è la volontà di promuovere forme di collaborazione con la compagine americana ed intensificare i legami con i nostri corregionali che tutelano il patrimonio molisano all'estero, oltre a favorire percorsi di internazionalizzazione soprattutto in vista della pubblicazione, di prossima uscita, dell'Avviso pubblico regionale che garantirà a 30 giovani laureati molisani un percorso dapprima formativo, cui seguirà un periodo di tirocinio all'estero, teso a favorire l'incontro tra imprese estere e molisane interessate a percorsi di internazionalizzazione  e alla diffusione del made in Molise nel mondo».

All'incontro parteciperanno anche Maurizio Trillo,  presidente del Consorzio Turistico Molise Natura, Maria Relvini, dirigente regionale del Servizio promozione turistica e rapporti con i molisani nel mondo, Maria Tirabasso, funzionario responsabile Ufficio promozione di iniziative e attività a favore dei molisani nel mondo e dei giovani, Angelo Berardini della Federazione delle Associazioni dei Molisani in Europa.

Nel corso dell'incontro, il vicepresidente Petraroia  darà notizia del bel riconoscimento ufficiale che lo Stato di San Paolo del Brasile ha assegnato a Padre Libero Zappone per i suoi 50 anni di attività missionaria a Rio de Janeiro e a San Paolo.

Copia dell'attestato del Governo brasiliano che ricorda la locale rivoluzione del 1932 sarà consegnato alle autorità civili e religiose ed ai familiari a Cercemaggiore il 3 luglio, in concomitanza con l'evento conclusivo delle celebrazioni per il 600° anniversario del ritrovamento della statua della Madonna della Libera, in programma alle ore 10.00, presso il Convento dei Padri Domenicani, alla presenza di S.E. Cardinale Francesco Monterisi e di Mons. Padre GianCarlo Maria Brigantini.