1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Regione Molise Homepage

Regione Molise
  1. Homepage
  2. Area intranet
  3. Mappa
  4. Stampa

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Edifici pubblici a risparmio energetico, via alla rivoluzione verde

Il presidente Paolo di Laura Frattura
Il presidente Paolo di Laura Frattura

Efficientamento energetico, il Molise si allinea alle direttive dell'Unione europea. La giunta regionale dà avvio alla rivoluzione verde negli edifici pubblici dei comuni molisani. Su proposta del presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura, con delibera di giunta n.315/2013 è stata approvata all'unanimità la graduatoria finale che stanzia complessivi 14 milioni e 817 mila euro per progetti finalizzati a rendere energeticamente più efficienti gli utilizzi degli edifici pubblici e le utenze energetiche pubbliche.

In cantiere, 42 interventi che interessano amministrazioni comunali e altri enti locali. Circa 4 milioni di euro per il comune di Campobasso e il comune di Isernia e oltre 4 milioni per la Camera di commercio di Campobasso, Molise Acque, il Consorzio industriale di Campobasso-Bojano, l'Asrem e l'Università degli studi del Molise.

Nel dettaglio sono stati ammessi a finanziamento, oltre ai comuni di Campobasso (€1.973.209) e Isernia (€1.652.133), i comuni di San Pietro Avellana (€151,079), Gambatesa (€213.602), Conca Casale (€106.904), Macchia di Isernia (€78.345), Pozzilli (€402.755), Chiauci (€40.489), Macchiagodena (€141.955), Lupara (€213.713), Roccavivara (€39.266), Oratino (€565.668), Roccamandolfi ((€43.282), Pettoranello del Molise (€73.560), Rionero Sannitico (€109.062), Scapoli (€62.097), Provvidenti (€120.540), Ripalimosani (€107.736), Monteroduni (€355.412), Montenero Val Cocchiara (€267.868), Pietracatella (€31.930), Toro (€23.952), Guglionesi (€480.000), Palata (€782.983), Roccasicura (€72.139), Castelpetroso (€78.476), Sant'Elena Sannita (€56.858), Castropignano (€81.118), Guardialfiera (€619.281), Venafro (€688.494), Monacilioni (€63.626), Agnone (€127.834), San Giovanni in Galdo (€7.544), Sant'Agapito (€84.856), Baranello (€414.893), Pietracupa (€31.235), Montelongo (€40.700). Per quanto riguarda gli altri enti pubblici, invece, ammessi a finanziamento la Camera di commercio di Campobasso (€159.531), l'azienda speciale Molise Acque (€131.681), il Consorzio industriale di Campobasso-Bojano (€119.268), l'Asrem (€2.607.000) e l'Università degli Studi del Molise (€1.394.835).

«Ambiente e energia pulita sono per noi temi prioritari, approvare la graduatoria dei progetti presentati dai nostri enti locali per l'efficientamento delle risorse e dei consumi energetici è la prova di chi vuol vedere realizzati obiettivi non più rinviabili, non solo perché ce li impone l'Europa, ma perché noi per primi li riteniamo fondamentali per una qualità della vita migliore». Il presidente Frattura esprime così piena soddisfazione per l'approvazione della graduatoria degli interventi ammessi a finanziamento.

«Avviamo il percorso che rende il nostro Molise europeo in tema di energia e mettiamo in moto nuove opportunità di lavoro con gli interventi necessari per l'adeguamento energetico dei nostri edifici pubblici. Così creiamo anche ripresa occupazionale. Partiamo da qui licenziando una graduatoria che coinvolge moltissimi nostri centri».

«Adesso - assicura il presidente -, garantiremo la piena operatività delle condizioni necessarie alla realizzazione degli interventi presenti nella graduatoria approvata. Questa, la strada che seguiremo per il prossimo periodo di programmazione 2014-2020. Con atti concreti - conclude Frattura -, andiamo avanti per rendere tutta la nostra regione un territorio attento e rispettoso nell'utilizzo dell'energia».